La Storia delle iscrizioni al primo anno del CAT

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

LE ISCRIZIONI AL PRIMO ANNO DELL’ISTITUTO TECNICO –
SETTORE TECNOLOGICO INDIRIZZO COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (CAT)

SERIE STORICA
ANNI SCOLASTICI DAL 2013/2014 AL 2022/2023

La Riforma Gelmini, varata nel 2010, segna il passaggio dall’Istituto Tecnico per Geometri
(ITG) all’istituto tecnico – settore tecnologico indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio
(CAT): una tappa importante per la Categoria, che ha spesso sottolineato come la nuova
denominazione abbia indebolito il processo (particolarmente caro alle famiglie) di associazione
diretta ed immediata tra il percorso di studio e gli sbocchi professionali, con ciò causando un
calo degli iscritti e, conseguentemente, una riduzione del “vivaio”.
D’altra parte, è innegabile che affiancare alla parola “Costruzioni” quelle di “Ambiente” e
“Territorio” sia stata – oltre dieci anni addietro – una innovazione non da poco, prefigurando in
nuce quell’edilizia 4.0 basata, appunto, sul connubio dei tre termini: una visione evidentemente
capace di suscitare appeal così come testimoniato dallo “zoccolo duro” di iscrizioni preservato
nel tempo, e destinato probabilmente a crescere a fronte della rinnovata fiducia delle
istituzioni, della politica e della società nell’istruzione tecnica come leva strategica per favorire
il rilancio economico post-Covid del Paese.
Giunti al traguardo del primo decennio di rilevazione dei dati post-riforma (i primi disponibili
sono quelli relativi all’anno scolastico 2013/2014: negli anni precedenti la riforma le elaborazioni
venivano fatte rispetto al tipo di istituto, e non all’indirizzo di studio), il presente report
fornisce il quadro completo delle iscrizioni al primo anno dell’istituto tecnico CAT fino
all’anno scolastico 2022/2023, analizzando e comparando trend a livello nazionale, regionale e
provinciale.
In particolare, la disaggregazione dei dati per regione e per genere può offrire numerosi spunti
di riflessione per ciò che concerne i progetti e le politiche di orientamento promossi dalla
Categoria sul territorio, in collaborazione con i Collegi provinciali dei Geometri e Geometri
Laureati.
A corollario – senza alcun valore di inferenza ma al servizio di una riflessione più ampia e
generalizzata – la dimensione quantitativa di due fenomeni fortemente correlati all’andamento
nazionale delle iscrizioni: il calo demografico e l’aumento della dispersione scolastica.

DOCUMENTO

PUBBLICATO DA

Collegio

Collegio

Condividi l'articolo se ti è piaciuto o richiedi maggiori informazioni inviando una mail a: info@geometri.na.it

Torna su